venerdì 22 agosto 2008

Jim Morrison e la sua Anima Peyote.

"Se le porte della percezione si aprono, tutto apparirà all'Uomo nella sua realtà assoluta: l'Infinito" William Blake.

Frase amata da Jim Morrison poeta, musicista ribelle e utopista che scelse l'autodistruzione come forma estrema di ribellione non potendo cambiare il sistema e l'ipocrisia della società, cose che egli detestava con tutto se stesso. Cavalca il serpente Jim, cavalca il tuo serpente. Chissà se la tua Anima tormentata avrà trovato la Pace che cercavi.

"Sotto il tuo stesso Demone"
sulla tua tomba
di granito grigio
custodita
da marmorei angeli,
la tua Anima riposa,
Jim il ribelle.
Vedesti un indio pueblo,
morto sulla strada
e quel ricordo
non ti abbandonò mai.
Vivesti di Utopie,
Visioni,
Allucinazioni,
ammaliato
dal Vuoto e dal Nulla.
Scagliasti la tua rabbia
contro tutto e tutti
e contro te stesso,
perchè pensasti fosse meglio,
una morte spaventosa,
che uno spavento senza fine.


Questa è la Fine, affascinante amica. Questa è la Fine, mia unica amica, la fine.
Quando la musica finisce spegni le luci...

2 commenti:

Atteone ha detto...

... uno dei tuoi pezzi migliori, mi è piaciuto davvero tanto, complimenti!


"Salute a chi crea danze nuove!"

Anima triste ha detto...

Ti ringrazio.